Martedì 22 Ago 2017
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Stampa

Gigi Atzeni è il nuovo Team Manager

Gigi Atzeni, all’anagrafe Luigi, andrà a rinforzare l’organigramma societario del C’è chi Ciak, ricoprendo il doppio ruolo di Team Manager e di responsabile del settore giovanile.

Gigi, a nome di tutta la società, ti do’ il benvenuto in quella che oltre ad essere una importante realtà sportiva serramannese, è in primis, una grande famiglia.

Primo di tutto voglio fare un ringraziamento al C’è chi Ciak, a tutto lo staff della società, a partire dal Presidente Vinicio Putzolu, che in prima persona mi ha offerto la possibilità di partecipare attivamente al progetto C’è chi Ciak. Vorrei anche ringraziare pubblicamente la società ASD Gialeto 1909, per avermi dato l’opportunità insieme al mister Michele Zucca, di allenare la squadra esordienti nella passata stagione. Quando Vinicio mi ha fatto la proposta ne sono stato veramente onorato. Ho chiesto un po’ di tempo per pensarci perché, consapevole dell’importanza del ruolo, volevo essere sicuro di poterlo fare compatibilmente con gli altri impegni, in primis la famiglia e il lavoro. Ma dentro di me sapevo già che la risposta sarebbe stata SI.

Da quando segui il C’è chi Ciak?

Ho iniziato a conoscere il futsal proprio grazie alle vicende del C’è chi Ciak. Prima della stagione passata non avevo mai assistito ad una partita, così ho iniziato a seguire il C’è chi Ciak. Non ho mancato nessun incontro casalingo, sino alla fine dei Play-off. Dalla prima partita sono stato colpito positivamente da tutto il contesto futsal, dagli aspetti puramente tecnici e spettacolari che le partite offrivano, alla risposta positiva del pubblico di Serramanna, che ad ogni partita ha sempre fatto sentire un caloroso tifo per la squadra. Infine devo dire che mi ha colpito soprattutto la dedizione e la passione di tutto lo staff, dai dirigenti ai calciatori. Tutto questo ha fatto nascere in me il desiderio di partecipare attivamente, dando il mio personale contributo.

Cosa significa per te ricoprire il ruolo di Team Manager?

E’ prima di tutto una nuova avventura. Significa avere un ruolo importante, un ruolo di supporto che fa da collante tra la società e la squadra. Dovrò impegnarmi per imparare giorno dopo giorno e so di poter contare sul supporto che avrò dai dirigenti che da tanti anni conoscono l’ambiente e le dinamiche del mondo del futsal. Devo dire che ho iniziato a studiare cercando e chiedendo  consigli da chi questo ruolo lo ricopre da anni. Cerco sempre di copiare da quelli bravi!

Quali saranno i tuoi compiti?

Il mio compito principale sarà appunto quello di essere vicino alla squadra. Dovrò essere per i giocatori un riferimento certo in tutte quelle esigenze che si manifesteranno nell’arco della stagione sportiva. Il Team Manager si deve anche occupare di dare supporto alla società nell’organizzazione di tutti gli eventi a cui la squadra sarà chiamata a partecipare.

Ti occuperai anche del settore giovanile. Quanto è importante questo settore per una società ambiziosa come il C’è chi Ciak?

Penso fermamente che il settore giovanile debba stare alla base di qualsiasi società sportiva a prescindere dallo sport praticato. Se si vuole portare avanti un progetto i bambini e i giovani ragazzi devono essere le fondamenta di ogni realtà sportiva. Uno dei motivi che mi ha spinto a collaborare con il C’è chi Ciak, è stato proprio il progetto di far nascere e sviluppare quel settore giovanile che oggi manca nella nostra organizzazione. È giusto ricordare, ci tengo a evidenziarlo, che in effetti il “progetto giovani” era ben avviato e aveva iniziato a dare soddisfazione già qualche anno fa grazie all’impegno e alla passione dell’amico Michele Sanna, che riuscì con le sue capacità a mettere in piedi la squadra juniores, ottenendo ottimi risultati. Purtroppo quel progetto si è poi interrotto, come sappiamo, a causa della scomparsa di Michele. Perdita che ha messo a dura prova l’entusiasmo generale degli amici e compagni d’avventura. E’ importante dare continuità al lavoro svolto da mister Sanna e la società sta lavorando duramente per far ripartire il  settore giovanile. Abbiamo già iniziato a mettere le basi per questo obiettivo, organizzando per tutto il mese di giugno degli stage e alcuni eventi per bambini dai 6 ai 10 anni. Devo dire che, considerando il periodo, abbiamo avuto un ottimo riscontro, che ci fa ben sperare per l’inizio della prossima stagione. Abbiamo già ricevuto conferme da alcuni genitori che hanno potuto vedere l’entusiasmo dei loro bambini.

Quali sono i progetti che intendi portare avanti?

Ho in mente, anzi abbiamo in mente, dei punti fermi su cui lavorare nella prossima stagione. Come ho già detto vorremo sviluppare il settore giovanile e vorremo farlo anche cercando di trovare delle collaborazioni e sinergie con altre realtà sportive di Serramanna. Sappiamo che non sarà facile, ma dobbiamo vincere quel sentimento di diffidenza e di non collaborazione corporativa che molto spesso attanaglia noi sardi. Credo che questo tabù possa e debba essere combattuto. Ci sono dei progetti a cui stiamo già lavorando. Ci piacerebbe creare alcune squadre giovanili e soprattutto l’idea di avere squadre miste costituite da bambini e bambine.

Il futsal è uno sport relativamente giovane, almeno in Italia. Sta facendo innamorare sempre più giovani. Cosa ti ha colpito maggiormente di questo sport?

Penso che le caratteristiche particolari che stanno facendo avvicinare il grande pubblico al mondo del futsal, siano le stesse che hanno colpito anche me. Mi ha impressionato il livello tecnico dei giocatori e di conseguenza la spettacolarità delle giocate. Grazie alle dimensioni ridotte del campo, si può apprezzare un gioco molto dinamico, veloce e divertente che richiede atleti preparati fisicamente e tecnicamente. Durante lo scorso campionato ho potuto verificare di persona che queste peculiarità venivano gradite dal pubblico. Da non sottovalutare anche il fatto che è uno sport che si pratica al coperto e questo permette ai nostri bambini di giocare e allenarsi anche nei freddi pomeriggi invernali.

Ringrazio Gigi per questa bella chiacchierata e gli auguro Buon lavoro. Forza CCC!!

L’addetto stampa Cristian Sanna

Prossimi incontri

Ultime Partite

18-03-2017 18:00
C'è Chi Ciak 7 : 2 Sibiola Serdiana
10-03-2017 21:30
Selegas C5 9 : 6 C'è Chi Ciak
04-03-2017 18:00
C'è Chi Ciak 2 : 1 Futsal Gemma
25-02-2017 15:00
FF Cagliari 5 : 3 C'è Chi Ciak
24-02-2017 00:00
C'è Chi Ciak 7 : 1 Maroso Gonnosnò