Domenica 19 Ago 2018
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Stampa

Mister Anolfo alla guida del C'è Chi Ciak in C1

Sarà Sandro Anolfo, coadiuvato da Michele Scalas a guidare i serramannesi nel prossimo imminente campionato regionale di Calcio a 5 serie C1.

Il presidente Vinicio Putzolu e il direttore sportivo Giuseppe putzolu, hanno lavorato alacremente per garantire al nuovo staff tecnico una squadra di alto livello che possa essere protagonista in un campionato di rilievo.

Sandro Anolfo è nato ad Iglesias il 23 luglio 1979, dove risiede e lavora come docente alle scuole medie. Grinta, professionalità e tanta esperienza: queste alcune delle caratteristiche che lo contraddistinguono.

 

Mister, ci puoi raccontare i tuoi primi passi nel Futsal sino ad arrivare a guidare importanti squadre del Calcio a 5 isolano?

Il Calcio a 5 è sempre stato uno sport che mi ha appassionato. Purtroppo la realtà iglesiente non godeva di grandi esempi a lungo termine per questa disciplina, così il mio interesse è andato in crescendo grazie al prestigio di squadre come la Mediterranea C5 di Carbonia, resa grande da persone come capitan Dedola e da altre squadre sarde impegnate nei campionati nazionali. All’epoca allenavo i settori giovanili delle squadre di Calcio a 11 e contemporaneamente giocavo nelle squadre di Calcio a 5 che si sono alternate ad Iglesias.

Nel 2009 ho sentito il desiderio di fondare, in collaborazione con altre persone, una società di Futsal. Nasce così il Futsal Glema. Un esperienza dura ma molto gratificante. Da quel momento, oltre ad avere raggiunto ottimi risultati, c’è stato un numero crescente di ragazzi che si volevano cimentare nel Futsal.

 

Prima di arrivare al C’è Chi Ciak hai allenato altre squadre: quali?

Nel 2012 ho allenato il Futsal Glema Under 16 che, a fine campionato, è arrivato a pari punti con la Mediterranea di capitan Tidu. Nelle due stagioni successive, con l’Under 18, ho raggiunto i play off e la finale di Coppa Italia vincendo il prestigioso trofeo. Nel 2014 sono approdato alla guida della prima squadra ottenendo la promozione nella massima serie regionale. Nelle tre stagioni militate in C1, abbiamo sempre raggiunto risultati inaspettati. Eravamo sempre a ridosso delle prime cinque in classifica.

A fine stagione 2016, vengo contattato dal presidente del Carbonia C5 che, in seguito ad una stagione deludente e la salvezza agguantata nell’ultima giornata, mi proponeva di migliorare i risultati della passata stagione. Quell’anno abbiamo disputato un grande campionato.

 

Come sei arrivato al C’è chi Ciak?

La chiamata da parte di mister Scalas e del direttore sportivo Putzolu, è arrivata inaspettata. Nonostante la proposta mi allettasse dal primo momento, ho voluto prima confrontarmi con lo staff tecnico della precedente stagione. Un gesto doveroso, sia per il rispetto verso il loro lavoro svolto in questi anni, ma anche per iniziare a strutturare un nuovo staff tecnico di alto livello.

 

Quali sono le tue aspettative per questo campionato di C1?

Le aspettative sono alte. E’ imponente il lavoro svolto dallo staff dirigenziale nel creare una squadra di alto livello in grado di raggiungere importanti obiettivi. Siamo concordi però che si dovrà procedere partita dopo partita, lavorando duramente e con umiltà.

 

Al tuo fianco ci sarà Michele Scalas, il mister che ha portato il C’è Chi Ciak in C1. Cosa pensi di lui?

La mia opinione di mister Scalas, per quanto non lo conosca ancora a fondo, è basata su una profonda stima, sia come tecnico che come persona. Per questo ho voluto fortemente che facesse parte dello staff tecnico, convinto che il confronto continuo possa giovare alla nostra crescita professionale e soprattutto al bene della squadra.

 

Conosci già l’ambiente serramannese?

Sia da giocatore che da allenatore ho avuto l’opportunità di ammirare la passione dei dirigenti e dei tifosi serramannesi per il nostro sport. L’affetto, l’appartenenza e il sostegno, vanno di pari passo con l’ottima organizzazione della società. Nulla viene lasciato al caso, tanto da suscitare invidia ai più.

 

Mister Anolfo, ti diamo il benvenuto in casa C’è Chi Ciak e ti auguriamo un grosso in bocca al lupo per tutto.

Grazie a tutti. Tra qualche giorno inizierà la preparazione e poi si darà il via a questa nuova avventura. Vi aspetto numerosi.

 

L’addetto stampa Cristian Sanna

Prossimi incontri

Ultime Partite

21-04-2018 21:00
Dym Sport 3 : 4 C'è Chi Ciak
06-04-2018 21:00
Sibiola Serdiana 1 : 7 C'è Chi Ciak
23-03-2018 21:30
C'è Chi Ciak 3 : 5 Selegas C5
17-03-2018 16:00
Virtus San Sperate 6 : 5 C'è Chi Ciak
09-03-2018 21:30
C'è Chi Ciak 11 : 4 Villaspeciosa