Giovedì 19 Ott 2017
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Stampa

Nome: Christian

Cognome: Vacca

Data di nascita: 10 Maggio 1981

Luogo di nascita: Cagliari

Residenza: Cagliari

Altezza: 173 Cm

Ruolo: Centrale difensivo - Laterale

Christian è un pilastro del C'è Chi Ciak. Scopre il Futsal nel 1991 e se ne innamora. Ha disputato numerosi campionati tra serie C1 e serie B. Proviene dalla ASD Delfino e in precedenza ha militato nelle seguenti squadre: Costa di Sopra, Basilea Elmas, Capoterra C5, ATS Quartu.

Dicono di lui:

"Non lo conoscevo prima e sono rimasto, sin da subito, piacevolmente colpito dalla sua disponibilità. Un grande giocatore e la sua esperienza è fondamentale per la crescita della società. Ottimo acquisto." Vinicio Putzolu (Presidente)

"Ragazzo di grande temperamento e ricco di valori umani che fanno di lui una grande persona sia dentro che fuori dal campo. Un vero leader e punto di riferimento per i suoi compagni. E' sicuramente un valore aggiunto per tutta la società." Giuseppe Putzolu (Direttore sportivo)

"Christian è un atleta evoluto, con una grande ed evidente esperienza. Tiene al gruppo e alla società. Il suo stile comunicativo adattabile, flessibile e positivo, gli permette di dare utili consigli ai compagni in maniera costruttiva. Consigli che vengono volentieri accettati dal gruppo. In partita mostra molta grinta e carattere. Un vero trascinatore. Giocatore polivalente, la sua presenza in campo è determinante per la regia di gioco. Importante figura per la formazione dei giovani." Daniela Tocco (Preparatore atletico)

"E' un atleta molto serio e di grande esperienza. Sempre pronto a dare consigli a tutti e a volte dispensa qualche tiratina d'orecchie ai giovani che spesso non capiscono che da lui possono solamente imparare. In poche parole: serietà, esperienza e potenza. Per far crescere il CCC, Christian "Dinamite" Vacca è l'uomo giusto." Mauro Scalas (Vice presidente)

"Non dovrei dirlo, visto che un allenatore deve essere super partes, ma per Christian ho un vero e proprio debole. Sportivamente parlando si intende. Mi ricorda il mio passato da giocatore: Leader dentro e fuori dal campo. Sempre pronto a spronare e incoraggiare i propri compagni. Un ragazzo molto intelligente, che ha sposato da subito la nuova filosofia della società, atta a far crescere gradualmente i giovani. Grande condottiero e guerriero inesauribile, vero e proprio faro della squadra e punto di riferimento per i più giovani, che traggono da lui preziosi consigli che li aiuteranno a crescere. Si sta rivelando importantissimo e fondamentale anche nella mia crescita in quanto, avendo giocato a certi livelli e avendo avuto allenatori con la A maiuscola, potrà sicuramente insegnarmi tanto." Michele Scalas (Allenatore)

2/2/2017

L'addetto stampa Cristian Sanna.

Stampa

CAMPIONATO REGIONALE CALCIO A 5 SERIE C2 GIRONE C

2^Giornata di ritorno 28/01/2017

ASD C'è Chi Ciak - Nuradha  9 - 1    Marcatori CCC:  Argiolas (3), Vacca (2), Pilloni (2), Cornaglia, Gai.

Finisce in goleada la seconda giornata di ritorno del CCC contro il Nuradha. La squadra di Nurallao non è mai riuscita a entrare in partita, schiacciata nella sua metà campo da un CCC che nonostante avesse, anche questa volta, una rosa ridotta all'osso dai soliti infortuni e malanni di stagione, è riuscita ad imporsi con carattere e determinazione. Una gara arrivata al momento giusto, ha permesso al mister Scalas di dare un minutaggio importante a tutti quei ragazzi che sino ad ora hanno giocato poco pur allenandosi sempre e con costanza e dare così la possibilità agli infortunati di proseguire nel percorso di guarigione. Da segnalare l'esordio in questo campionato del giovane Fabio Murtinu. Il CCC, approfittando del mezzo passo falso del Parco Cross Serrenti che non è riuscito ad andare oltre il pari contro l'Atletico Sestu, si gode un buon terzo posto in solitaria. La prossima gara saremo a Nurachi, ospiti de Gli Amici di Marco. Una gara molto delicata, da affrontare con la massima determinazione, grinta e tanto carattere. Forza CCC!

L'addetto stampa Cristian Sanna

Stampa

CAMPIONATO REGIONALE CALCIO A 5 SERIE C2 GIRONE C

1^Giornata di ritorno 20/01/2017

ATLETICO SESTU vs ASD C'E' CHI CIAK SERRAMANNA  4 -5                                                                                 Marcatori CCC: Simeoni (4), Pilloni.

Una vera prova d'orgoglio per i ragazzi del C'è Chi Ciak che sono riusciti a strappare tre punti importanti per la classifica e soprattutto per l'umore. Hanno praticamente giocato due partite in una vincendole entrambe. La prima contro una buona squadra come l'Atletico Sestu che è cresciuta tanto nel corso del campionato, la seconda e forse la più difficile, contro le avversità che in questo periodo stanno rendendo assai tortuoso il nostro cammino.                                                         "Una vittoria fortemente voluta da tutti, quasi a voler esorcizzare il momentaccio che da un mesetto ci attanaglia. Decimati da infortuni,malanni di stagione e addii da parte di qualcuno che ha preferito lasciare la squadra, ci siamo presentati in quel di Sestu con soli dieci giocatori disponibili e di questi ben tre erano debilitati da febbre e influenza. Una vittoria che, oltre a fare morale, attesta una ritrovata unità di gruppo, sperando che la sfortuna ci abbandoni e ci permetta di lavorare come si deve." Così il mister Michele Scalas esprime la sua soddisfazione per come i suoi ragazzi si sono comportati in campo dando dimostrazione di maturità ed affiatamento.                                                                                                                 Parole di soddisfazione e ottimismo arrivano anche dal presidente Vinicio Putzolu: "Tre punti conquistati fuori casa e contro una buona squadra, non può che far bene all'umore messo a dura prova in quest'ultimo periodo a causa dei numerosi infortuni, l'influenza che ha messo ko mezza rosa, i problemi con l'impianto che non ci ha permesso di allenarci adeguatamente e infine il forfait di alcuni ragazzi che hanno deciso di lasciare la squadra nel più bello. Ora la rosa è composta da tredici giocatori, effettivamente sono un po' pochini per affrontare gli allenamenti e tutto il girone di ritorno. Sono certo che questi ragazzi saranno in grado di portare a termine brillantemente questo campionato raggiungendo grandi risultati."

La cronaca della partita (a cura di Vinicio Putzolu)

Assenti il capitano Zucca e Gesmino per infortunio, Murtinu per influenza. Vacca e Cornaglia, reduci anche loro dall'influenza, partono dalla panchina. Il quintetto iniziale è composto da Mulas in porta, Garau centrale, il capitano Pilloni e Gai laterali. Simeoni, al rientro dopo un mese di stop e con solo un allenamento sulle gambe, fa il pivot.                                             La gara inizia con un Pilloni scatenato. Al primo minuto colpisce la traversa e un attimo dopo parte in velocità dal lato sinistro, converge al centro superando in dribbling un avversario e dal limite fa partire un bolide all'incrocio. 0 a 1 per il CCC. Neppure il tempo di esultare che la solita distrazione difensiva permette al Sestu di pareggiare (1 a 1). Qualche minuto dopo, Simeoni riporta in vantaggio il CCC, trasformando un rigore per fallo su un funambolico Gai in splendida forma (1 a 2).         Il terzo gol per i serramannesi arriva su un lancio sulla banda laterale di un precisissimo Garau che Simeoni gira in modo fantastico al volo di sinistro (1 a 3).  Ancora Simeoni, posizionato sul secondo palo e con la freddezza di un cobra, va in gol chiudendo una bella azione di Argiolas sulla destra (1 a 4). Allo scadere del primo tempo arriva il secondo gol dei padroni di casa su punizione (2 a 4).                                                                                                                                       Il secondo tempo inizia con una bella azione individuale di Gai che in stile Falcao, tenta un pallonetto a porta vuota che però va fuori di un soffio. Il CCC gioca bene e si diverte ma il Sestu non è da meno, prima raggiunge il 3 a 4 e a due minuti dalla fine agguanta il pareggio (4 a 4). Lo spettro dei tre punti mancati all'ultimo minuto si ripresenta beffardo, ma questa volta va diversamente e allo scadere bomber Simeoni compie il miracolo segnando il suo quarto gol in questo match e regalando la vittoria ad un CCC sempre all'arrembaggio. Ci piace!!! FORZA CCC!

L'addetto stampa Cristian Sanna

Stampa

Nome: Andrea

Cognome: Zucca

Data di nascita: 29 marzo 1982

Luogo di nascita: Cagliari

Residenza: Serramanna

Altezza: 175cm

Ruolo: Pivot

Andrea è il capitano del C'è Chi Ciak e in precedenza ha giocato nelle seguenti squadre: ATS Quartu, Teleco Cagliari, Alexander Villasor, C'è Chi Ciak, Capoterra 2000, Quartiere Marina e Basilea C5.

DICONO DI LUI:

"La carriera di Andrea parla da se. Da giovanissimo abbandona il calcio a 11 per giocare a Futsal, sempre ai massimi livelli regionali e in diversi campionati nazionali. Arriva al CCC nella stagione 2009/2010 nel nostro primo campionato in C1 dove, contribuì in modo concreto, segnando tanti gol, a raggiungere l'obiettivo della salvezza. Dopo due anni di pausa, la scorsa stagione, è tornato con noi, disputando le ultime sei gare nel tentativo di aiutare la squadra a non retrocedere. Purtroppo questa volta non ci siamo riusciti. Quest'anno, Andrea, è il punto di partenza del nuovo corso del CCC. Giocatore molto tecnico, dotato di un gran tiro, la sua esperienza sarà d'aiuto per i nostri giovani."  Vinicio Putzolu (Presidente)

"Andrea è un ragazzo molto serio e nonostante la sua lunga carriera nel Futsal, indossando numerose maglie, ha mantenuto intatta la voglia di mettersi in gioco e dare il massimo ogni volta che scende in campo. Aveva già vestito la maglia del CCC nella prima stagione in C1, disputando un ottimo campionato. Quell'anno, nella nostra squadra, militavano campioni del calibro di: Michele Scalas, Peppe Putzolu e Raffaele Farci. Quest'anno Andrea è tornato con noi, mettendosi a nostra completa disposizione, suo il merito di averci fatto conoscere molti volti nuovi dell'attuale formazione. Dovendolo descrivere in poche parole direi: Serietà, esperienza, tecnica e potenza. Insomma un grande capitano!"  Mauro Scalas (Vice presidente)

"Un ragazzo di grande spessore tecnico, umile, disponibile fuori e dentro il campo. E' il nostro capitano e da veterano si è messo al servizio della squadra. Un pilastro della nostra società e una guida per i giovani che avranno l'intelligenza di ascoltarlo e di mettere in pratica i suoi consigli."  Giuseppe Putzolu (direttore sportivo)

"Un atleta maturo, l'esperienza che evidenzia nel suo agire e nel suo ruolo è riconosciuta dai suoi compagni che, lo cercano e lo ascoltano in ogni sua indicazione. A volte può sembrare arrogante nel modo di porsi ma, credo dipenda dal fatto che senta forte il senso di responsabilità nei confronti della squadra. In realtà evidenzia nel comportamento una grande empatia, disponibilità e tolleranza verso gli altri."  Paola Morelli (preparatore atletico)

"Andrea, oltre ad essere il capitano del C'è Chi Ciak è un bravissimo ragazzo, un grande giocatore e soprattutto un caro amico. Quando l'anno scorso, le cose non andavano molto bene, mi sono giocato il tutto per tutto facendo leva sull'amicizia che ci lega e gli ho chiesto di darmi una mano per tentare di salvare la squadra, cosa che ci sarebbe sicuramente riuscita se fosse arrivato con due giornate di anticipo. Nonostante l'epilogo negativo, con Andrea, ci siamo trovati a meraviglia e quasi per gioco abbiamo iniziato a fantasticare su come sarebbe stato bello creare una squadra competitiva per risalire subito in C1. Così è stato. Oltre ad essere un leader carismatico è, assieme agli altri veterani, un prezioso collaboratore con cui confrontarsi e attingere dalla sua enorme esperienza. Per un allenatore alle prime armi, come lo sono io, avere in squadra giocatori di alto livello, si può rivelare un'arma a doppio taglio. Fortunatamente ho trovato dei ragazzi intelligenti  che mi consigliano e mi danno una mano, senza mai dimenticare i rispettivi ruoli. Andrea è il capostipite di questo gruppo e nulla di strano se in futuro, quando deciderà di appendere le scarpette al chiodo, possa essere lui il mister del C'è Chi Ciak."   Michele Scalas      (Allenatore)

13/01/2017

L'addetto stampa Cristian Sanna

Stampa

Inauguriamo una nuova rubrica che ci aiuterà a conoscere i nostri campioni.

NOME: Marc 

COGNOME: Jorasch

DATA DI NASCITA: 23 novembre 1995

LUOGO DI NASCITA: Menningen (Germania)

RESIDENZA: Serramanna

ALTEZZA: 180 Cm

RUOLO: Portiere

Marc proviene dall'UNDER 21 del C'è Chi Ciak.

DICONO DI LUI:

"Marc è una scoperta lasciataci dal nostro indimenticabile mister Michele Sanna che lo ha allenato nell'Under 21 nella stagione scorsa. E' un ragazzo serio e come gli altri che abbiamo la fortuna di avere con noi, ha grandi prospettive di crescita. Allenarsi insieme ad un portiere di grande esperienza come Filippo Mulas è sicuramente per lui una grande fortuna. Martedì 3 gennaio, in Coppa Italia ha avuto la possibilità di giocare sin dal primo minuto. Il suo esordio da titolare è stato molto positivo, non si è abbattuto dopo aver subito tre gol nel primo tempo e nella ripresa, con alcuni interventi di valore, ha dato il suo prezioso contributo per l'importante vittoria."  VINICIO PUTZOLU (Presidente)

"E' un bravissimo ragazzo che migliora giorno dopo giorno, io e tutta la Società crediamo molto in lui. La sua crescita la dobbiamo soprattutto al grande lavoro svolto dal coach Massimiliano Marongiu che collabora con noi per aiutarci nella formazione dei nostri portieri. Martedì, in Coppa Italia, ha giocato per la prima volta da titolare dimostrando, dopo un naturale momento di emozione, di avere la calma, la prontezza e l'abilità di un veterano, infondendo sicurezza ai compagni di reparto e a tutta la squadra in generale. Aveva già esordito in campionato in quel di Nurallao subentrando a Mulas ma, iniziare dal primo minuto, in una gara a eliminazione diretta, non è cosa semplice e lui lo ha fatto nel miglior modo possibile. In questa occasione ha dimostrato una maturità inusuale per un giovane della sua età. Deve lavorare di più sulla personalità in modo da acquisire quella determinazione che gli permetta di guidare, nel suo delicato ruolo, l'intera squadra. Marc, insieme al vice capitano Nicholas Pilloni, al funambolico Alessandro Gai e al potentissimo Alessio Argiolas, costituiscono l'ossatura del C'è Chi Ciak del futuro."  MICHELE SCALAS (Allenatore)

"Sono molto soddisfatto di Marc e il suo esordio da titolare è stato sicuramente positivo. Ad inizio gara era giustamente emozionato, poi però si è sciolto e grazie al prezioso aiuto del nostro N°1 Filippo Mulas, che lo incoraggiava dalla panchina, ha sfoderato una grande prestazione salvando il risultato in più occasioni. Il suo impegno e la costanza negli allenamenti han fatto si che tutto ciò potesse succedere." GIUSEPPE PUTZOLU (direttore sportivo)

"Un giocatore molto giovane, che ha un buon margine di miglioramento. Ha un carattere molto chiuso e riservato, non ama molto parlare ma, quando è necessario sa farsi sentire. Ha un bel caratterino forte e dopo la partita che ha disputato in Coppa Italia, lo ha dimostrato pienamente. In pochi si sarebbero ripresi dopo aver subito tre gol nel primo tempo nella partita del suo esordio da titolare. Lui lo ha fatto. Nel secondo tempo è sceso in campo determinato a riscattare gli errori commessi e con alcuni importanti interventi è riuscito a salvare il risultato e a permettere al C'è Chi Ciak di vincere la gara e di qualificarsi agli ottavi. Marc deve sfruttare al meglio il suo enorme vantaggio che è quello di avere al suo fianco un grande portiere come Filippo Mulas."  MAURO SCALAS (Vice presidente)

"Dal punto di vista atletico è in crescita, anche se presenta ancora alcune lacune dovute all'evidente bagaglio motorio piuttosto ristretto. Il ruolo di portiere gli calza a pennello perché è ciò che vuole e gli piace fare. Riconosce di avere dei limiti ma è dotato di una determinazione incredibile che gli permette di sopperire alla sua timidezza. Ancora molto inesperto e ingenuo ma molto istintivo e capace. Ha meritato appieno la convocazione nell'ultimo incontro."  DANIELA TOCCO (Preparatore atletico)

08/01/2017

L'addetto stampa Cristian Sanna

 


Stampa

Sedicesimi di finale ASD C'è Chi Ciak vs Gli Amici di Marco

Martedì 3 gennaio 2017

Vittoria di rimonta del CCC che batte per cinque reti a tre Gli Amici di Marco grazie ai gol di Zucca, Garau, Pilloni e doppietta di Argiolas. E' stata una partita dalla doppia faccia, iniziata un po' in sordina ma poi, per fortuna, è decollata. Il primo tempo si è chiuso con il clamoroso risultato di 3 a 1 a favore degli ospiti. La squadra di Nurachi, ha saputo approfittare del ritmo di gioco assai lento dei padroni di casa che hanno pagato il fatto di non essersi potuti allenare adeguatamente negli ultimi venti giorni. Il mister Michele Scalas non ci sta a perdere la prima partita ufficiale nel nuovo palasport di Bia Nuraminis, così nell'intervallo, con una bella strigliata, ha svegliato i suoi ragazzi dal torpore post-natalizio. La squadra serramannese ha reagito allo sprone del mister e prontamente, nella ripresa, ha cambiato registro e con l'esperienza dei veterani e la voglia dei giovani è riuscito a ribaltare il risultato chiudendo la pratica con un bel 5 a 3. Da segnalare l'ottimo esordio da titolare del secondo portiere Marc Jorasch che con carattere ha difeso la nostra porta. Archiviato il discorso "palazzetto", ora bisogna allenarsi al meglio per fare un ottimo girone di ritorno e per affrontare il FF Cagliari nella prossima gara di Coppa Italia. Lo staff tecnico, supportato dalle coach Daniela Tocco e Paola Morelli, hanno già tracciato il programma per la prossima settimana che vedrà interventi decisi e mirati sul piano atletico, tattico e mentale. FORZA CCC!

L'addetto stampa Cristian Sanna

Stampa

Campionato Regionale calcio a 5 Serie C2 girone C

9^ Giornata  Pol. Sibiola Serdiana - ASD C'è Chi Ciak  2 - 6

Marcatori CCC: GAI (2) - VACCA - SIMEONI - GARAU - ARGIOLAS

IL C'è Chi Ciak chiude  con una bella vittoria il girone di andata del campionato di serie C2 girone C. Un secco 6 a 2 per i ragazzi di mister Scalas che sono scesi in campo con orgoglio e determinazione. Una partita quasi perfetta, una supremazia mai messa in discussione. I padroni di casa, non hanno fatto in tempo neppure a scaldarsi che si sono ritrovati sotto di un gol, realizzato da Gai sugli sviluppi di una micidiale azione corale. Il Serdiana non ci sta e reagisce immediatamente trovando il pareggio con un bel gol dell'ex Schirru. Questa volta il CCC non è disposta a fare regali e in rapida successione: Vacca, Garau e Simeoni, portano il risultato su un traquillo 4 a 1. Il secondo tempo inizia con il secondo gol del Serdiana che non spaventa il CCC e che risponde prontamente con un super gol di Gai che, in dribbling, mette a sedere l'avversario diretto e va a siglare la sua doppietta personale. Sul finire anche Argiolas vuole partecipare alla festa, ruba palla a metà campo, dribbla l'ex Schirru e si invola verso la porta avversaria infilando il portiere. Questo è il CCC che ci piace vedere, mai domo e con tanta voglia di divertirsi. La professionalità del mister Scalas e dei suoi collaboratori, unita all'abilità tecnica dei nostri ragazzi (TUTTI), ci rende orgogliosi e consapevoli dell'enorme potenzialità che abbiamo. Dobbiamo crederci un po' di più, solo così facendo sarà possibile toglierci grandi soddisfazioni. Per il momento ci godiamo l'ottimo terzo posto in classifica e la qualificazione in Coppa Italia. Ora il campionato osserverà un breve periodo di pausa, si riprenderà il 20 Gennaio con la 1^ giornata di ritorno contro l'Atletico Sestu. Il tempo di recuperare un po' di energie, di risolvere la questione palazzetto e poi si riparte alla grande. FORZA CCC!

L'addetto stampa CRISTIAN SANNA

Stampa

Campionato Regionale Calcio a 5 Serie C2 Girone C 

8^ Giornata 12/12/2016 ASD C'è Chi Ciak - Selegas C5   6 - 4

Ci voleva proprio una bella vittoria. Dopo due pareggi e due sconfitte, sono arrivati tre punti che fanno bene al morale e soprattutto alla classifica.

Il CCC parte bene, creando belle trame di gioco e segnando subito. Per i primi quindici minuti i nostri ragazzi sono stati padroni del campo e se non fosse per la bravura del giovane portiere avversario, staremmo ora a raccontare di una vera goleada. Poi però, all'improvviso, la luce si è spenta permettendo al Selegas di prendere coraggio e di rifarsi sotto. Il primo tempo, dal ritmo altalenante, si chiude sul 2 a 1 a favore dei padroni di casa. Durante l'intervallo, una bella strigliata del mister Scalas, ha rimesso le cose a posto, dando alla squadra la giusta determinazione e la dovuta concentrazione. La squadra ha iniziato a masticare un bel gioco portandosi così sul 6 a 1. Sul finire altro black out che ha permesso al Selegas di segnare altre tre reti, rientrando pericolosamente in partita. E' stata una gara scorbutica, giocata contro un avversario ostico e ben disposto in campo. C'è da dire che il CCC ha fatto di tutto per complicarsi la vita, offrendo all'avversario la possibilità di una clamorosa rimonta. Inopportuni momenti di black out che per una squadra che ambisce al salto di categoria non dovrebbero accadere. Alla fine sono arrivati tre punti importanti per la classifica. Una vera iniezione di fiducia. Da segnalare l'esordio in questo campionato di Simone Soddu e l'ottima prestazione di Alex Basile. Il giovane serramannese, dimostrando di essere in continua crescita, si sta guadagnando la fiducia del mister e dei compagni. Importante, anche se per pochi minuti, il ritorno del convalescente Mario Gesmino che, dopo l'infortunio che lo ha costretto ad un breve periodo di riposo, ha assoluto bisogno di riprendere confidenza con il terreno di gioco. La prossima gara sarà contro il Serdiana in trasferta. Un'altra bella sfida. Un'altra bella storia da raccontare. FORZA CCC!

L'addetto stampa Cristian Sanna

Stampa

Classe 1995, pivot, capocannoniere della scorsa stagione nel campionato Under 21 con la maglia del C'è Chi Ciak. Autore di ben 50 reti. 

Il giovane talento serramannese, dopo una breve esperienza in serie B con l'ASD Leonardo, ha deciso di tornare a casa e di mettersi a completa disposizione del CCC. Passione, grinta e attaccamento alla maglia. Queste sono le caratteristiche essenziali che distinguono un atleta da un campione. 

Ciao Alessio, innanzitutto bentornato a casa. Dopo l'esperienza in serie B hai deciso di tornare a Serramanna e indossare la maglia del CCC in serie C2. Come mai questa decisione?

Questa decisione è stata dettata dal mio lavoro che, purtroppo, coincideva con gli orari di partite e allenamenti. Non era possibile far conciliare le due cose. 

Conosci bene il CCC. Come hai trovato l'ambiente?

Mi hanno accolto proprio come mi aspettavo. E' stato un ritorno in famiglia molto emozionante. 

Sabato scorso è arrivata la prima sconfitta stagionale contro una squadra molto forte, l'FF Cagliari. Da segnalare però una nota positiva: il tuo esordio con gol. 

Si poteva fare di più. Abbiamo fatto alcuni errori e loro con esperienza ci hanno punito. Potevamo sicuramente sfruttare meglio le occasioni a noi concesse. 

Il CCC è inserito in un girone molto difficile. Ci sono alcune squadre che hanno sicuramente più esperienza di noi. Dove pensi possa arrivare il CCC? Qual'è l'obiettivo da raggiungere?

Secondo me la zona play off non sarebbe un cattivo traguardo. Ci darebbe la possibilità di tornare in C1. 

Lunedì 28 novembre il sindaco di Serramanna, Sergio Murgia, ti ha premiato come sportivo meritevole grazie ai 50 gol segnati la scorsa stagione in Under 21 con la maglia del CCC. Raccontaci.

Onestamente non mi aspettavo di ricevere questo premio. Mi ha fatto molto piacere. E' un bel riconoscimento che mi ripaga di tanta fatica e impegno. E' uno stimolo a continuare a fare bene. Approfitto per ringraziare la società C'è chi Ciak. Una grande famiglia. 


Ringrazio Alessio per questa chiacchierata.

L'addetto stampa Cristian Sanna. 

 


 

Stampa

Ciao Mauro, purtroppo dobbiamo iniziare questa intervista raccontando della prima sconfitta stagionale per il C'è chi Ciak. 6 a 3 il risultato a favore della capolista FF Cagliari. Vuoi parlarcene?

Devo ammettere che l'FF Cagliari è una vera e propria corazzata. La sconfitta con una squadra di questo livello ci può stare. Come si è potuto vedere, continua a mancare l'apporto di alcuni "big". Infortuni e cali fisici stanno purtroppo condizionando le loro prestazioni. Sono molto orgoglioso e soddisfatto dei giovani. Hanno fatto vedere di che pasta sono fatti. Non si sono fatti intimorire da un avversario sicuramente con più esperienza. Questo fa ben sperare per il futuro. 

Due punti nelle ultime tre partite. Sei preoccupato?

I due punti fatti in tre partite non mi preoccupano, a patto che già dalla prossima si volti pagina. Non possiamo permetterci di allontanarci troppo dai primi posti in classifica. Con il Maroso e il Parco Cross abbiamo letteralmente buttato via due vittorie che sembravano sicure. Due pareggi che ancora oggi mi lasciano l'amaro in bocca. 

La prossima sfida sarà altrettanto difficile. Fuori casa con il Futsal Gemma.

Il Futsal Gemma è un altra corazzata. Attrezzata per il salto di categoria. Ha una rosa di giocatori di altissimo livello e sono guidati da un ottimo mister. Noi non siamo da meno e siamo pronti a confrontarci come sempre a testa alta. 

Quale è l'obiettivo da raggiungere quest'anno? Cosa vorresti diventasse l'ASD C'è chi Ciak in futuro? Ci sono dei progetti?

Sicuramente il nostro obiettivo stagionale è subito di tornare in C1. Per il futuro il mio sogno è quello di far crescere il movimento del Futsal serramannese, farlo conoscere ai bambini e chissà magari un giorno riuscire a creare una squadra di soli serramannesi. Ci vuole molta pazienza e dedizione ma sono sicuro che riusciremo nel nostro intento. 

Due parole sul ritorno di Argiolas?

Alessio è un giovane fortissimo, destinato a palcoscenici alti. Buono il suo esordio in questo campionato festeggiato con un bel gol. Ovviamente deve ancora integrarsi nei nuovi meccanismi della squadra. Sono sicuro che insieme agli altri due giovani, Pilloni e Gai, farà grandi cose. 

Raccontaci un pò la tua storia nel C'è chi Ciak. 

Faccio parte di questa famiglia da circa nove anni. All'inizio non facevo parte del direttivo, ma davo comunque una mano ai ragazzi nel gestire la situazione.  Poi mi fecero la proposta di entrare in società come dirigente. Oggi con grande orgoglio ricopro la carica di vicepresidente. Ci sono state stagioni buone e meno buone. Ho gioito ma anche pianto per la perdita di due cari amici. Quest'estate sembrava che tutto fosse finito ma la caparbietà di Vinicio ha riacceso le speranze. Abbiamo così creato un nuovo gruppo di amici, con l'intento di non far morire questa bellissima realtà dello sport serramannese. So che non sarà facile ma son sicuro che ci toglieremo molte soddisfazioni. 

Vuoi ringraziare qualcuno?

In primis vorrei ringraziare Vinicio, per me un fratello. Tutto lo staff tecnico, formato da Michele, Peppe, Tonio e Tore che con me condividono gioie e delusioni. Vorrei ringraziare anche la vecchia guardia: Maurizio, Luca, Alessandro, Paoletti. Un grosso grazie va sicuramente al nostro pubblico sempre più numeroso che ci sostiene in ogni occasione. Per concludere un pensiero va agli amici che purtroppo non ci sono più, Michele e Raffaele. 


Ringrazio Mauro per averci dedicato un pò del suo tempo.

L'addetto stampa Cristian Sanna 

Stampa

 CAMPIONATO REGIONALE CALCIO A 5 SERIE C2 GIRONE 5^ Giornata

 19/11/2016  MAROSO GONNOSN0' - ASD C'E' CHI CIAK  2 - 2

Da un sicuro 2 a 0 a un rocambolesco 2 a 2. Un pareggio arrivato all'ultimo secondo che lascia l'amaro in bocca.

Marcatori CCC: Zucca, Pilloni.

I COMMENTI:

VINICIO PUTZOLU (Presidente): E' vero, rimane l'amaro in bocca per essere stati raggiunti all'ultimo secondo. Abbiamo giocato in un campo difficile e contro una buona squadra. Un punto comunque importante per il percorso che ci sta portando a diventare una squadra.

TOMMASO CORNAGLIA (Laterale): Abbiamo giocato una partita in un campo difficile e scivoloso. Nonostante tutto, abbiamo chiuso il primo tempo in vantaggio senza correre troppi rischi. Nel secondo tempo abbiamo subito la loro reazione e anche se in vantaggio di due reti, non siamo riusciti a evitare il pareggio. Per la seconda settimana consecutiva, abbiamo buttato via due punti. Ora pensiamo alla prossima gara. Dobbiamo assolutamente riscattarci.

GIUSEPPE PUTZOLU (Direttore sportivo): Prendere gol all'ultimo secondo fa male. E' stata una partita molto equilibrata e combattuta. Dobbiamo migliorare a livello mentale per poter gestire il risultato. Ci servirà da lezione.

ALESSANDRO GAI (Centrale): E' stata una partita complicata, giocata in un campo all'aperto dove loro sono sicuramente più abituati di noi. Questa ovviamente non deve essere una scusante per aver buttato via una vittoria.

MAURO SCALAS (Vice presidente): La partita era ormai vinta. Non possiamo prendere due gol in questo modo. Nonostante la nostra superiorità, in un campionato come quello di C2, appena abbassi il livello di concentrazione vieni subito castigato. Abbiamo avuto tante occasioni per fare il terzo gol e chiudere definitivamente la gara. Ci siamo però trovati a fare i conti con un terreno di gioco reso scivoloso dalla pioggia e dalle non perfette condizioni fisiche del nostro bomber Simeoni. Aggiungiamoci anche una brillante prestazione del loro portiere. Abbiamo comunque portato a casa un punto che fa muovere la classifica e ci permette di riflettere e lavorare sugli errori commessi. Ora il nostro pensiero va allo scontro casalingo con la capolista. Sarà tutta un'altra musica!

MICHELE SCALAS (Allenatore): Quando ti trovi in vantaggio di due reti a tre minuti dalla fine, pregusti già il sapore dei tre punti. Forse aver dato per scontato il risultato è stato il nostro errore più grande. In un campo di gioco come quello che ci ha ospitato, ostico sotto tutti i punti di vista, serve una condizione mentale che ti consenta di gestire i finali di gara caldissimi. Purtroppo non è stato così. Abbiamo preso gol due secondi dopo aver raddoppiato. Stavamo ancora festeggiando il gol quando loro si sono buttati a testa bassa in un forcing devastante che alla fine gli ha premiati con il gol del pareggio. Non bisogna farne un dramma, ma è necessario salvare le buone cose che abbiamo fatto e prendere esempio dagli errori per evitare che si ripetano in futuro. Se qualcuno si era illuso che bastava portare dei grossi nomi per far man bassa  del campionato, si sbagliava di grosso. E' fondamentale il contributo di tutti. Nessuno escluso. Non amo parlare dei singoli perché quando si vince o si perde lo si fa tutti insieme. Vorrei però fare un plauso a due ragazzi eccezionali. Uno è Filippo Mulas, il nostro number one, che anche ieri è stato determinate in diverse occasioni. L'altro è il vice capitano Nicholas Pilloni che partita dopo partita sta crescendo in maniera esponenziale.

Grazie a chi gentilmente mi ha voluto dedicare un po' di tempo: Vinicio, Peppe, Mauro, Michele, Alessandro, Tommaso. 

L'a.s. Cristian Sanna

 

Stampa

 

21/10/2016  1^ GIORNATA  CAMPIONATO DI SERIE C2 GIRONE C

C’E’ CHI CIAK – ATLETICO SESTU  7- 4

 

Presidente, chi l’avrebbe detto a luglio che il CCC avrebbe disputato il campionato 2016/2017? Quanta emozione hai provato venerdì, quando i tuoi ragazzi sono scesi in campo?

E’ stato indescrivibile, un’emozione fortissima iniziata quando nello spogliatoio ci si preparava per la gara. Inevitabilmente ripensavo all'estate scorsa. Sono stati momenti difficili per la società, in quanto la prematura scomparsa di Michele ci ha scosso tantissimo. Abbiamo perso un amico vero e un collaboratore eccezionale. Le incertezze sull'impianto dove svolgere l’attività e la volontà di alcuni dirigenti di staccare la spina, mi hanno portato a una situazione davvero pesante. Mi sentivo solo e ho seriamente pensato di chiudere la società. Sono state proprio le parole di Michy che, prima di lasciarci, mi ripeteva di non arrendermi. “A costu de sighi’ a sousu. Su CCC non moridi!!”. Ecco in quei momenti quelle parole sono state una spinta in più per continuare. Così ho chiamato le persone che hanno contribuito a far nascere il CCC e assieme ci siamo messi in azione. Il lavoro da fare era tanto, ma le nostre fatiche sono state ripagate con la bella vittoria di venerdì sera.

7 a 4 il risultato finale a favore del CCC. I primi tre punti li abbiamo portati a casa. Sei soddisfatto di quanto visto in campo?

Ieri era importante partire bene. Sono soddisfatto di quanto visto in campo e sono convinto che con il tempo e il duro lavoro si può solo migliorare.

La partita d’esordio è sempre particolare. Credi che l’emozione abbia un po’ condizionato la prestazione dei ragazzi? Mi riferisco ad alcuni errori sulle chiusure che ci hanno portato a subire quattro reti.

L’emozione dell’esordio gioca sempre brutti scherzi. Gli errori in una squadra nuova ci stanno. In settimana si lavorerà per correggerli.

Cinque reti di Simeoni e parate spettacolari quanto provvidenziali di Mulas. Il pubblico ha gradito e gli applausi non sono mancati per un CCC tutto cuore e polmoni. Possiamo dire bravi tutti?

Direi di si. I ragazzi sono stati tutti eccezionali, anche quelli che non hanno giocato. Stare in panchina e non fare neanche un minuto è sempre difficile da accettare. Nonostante ciò sono stati bravissimi a incitare e gioire per le giocate di chi stava in campo. Questo è il vero spirito di squadra.

A proposito di pubblico. Ma quanta gente c’era? Bellissimo vedere gli spalti pieni. Tanti bimbi con mamma e papà. Possiamo dire che il Futsal è uno sport adatto a tutta la famiglia?

Il Futsal è uno sport coinvolgente e vedere tanti bambini in palestra mi ha reso felicissimo. Stiamo lavorando a un progetto per portare il calcio a 5 nelle scuole. Sono loro il futuro della società.

Vinicio, non credi che il CCC meriti una struttura sportiva più idonea in grado di accogliere più persone?

Sarebbe bello poter avere un palazzetto nuovo e accogliente. Per il momento ringrazio il cielo di avere la palestra di via Svezia, che ci permette di svolgere l’attività. Poi chissà…..

La prossima sfida sarà in trasferta, cosa chiedi alla squadra?

Sono sicuro che in questi giorni la squadra lavorerà per farsi trovare pronta al prossimo appuntamento.

Vuoi ringraziare qualcuno o fare un appello?

Ringrazio tutte le persone che, direttamente o indirettamente, ci stanno aiutando a portare avanti la nostra storia. Ringrazio ovviamente i miei colleghi del direttivo, amici e preziosi collaboratori: Mauro, Peppe, Michele, Tonio, Tore, Fabrizio e lo staff tecnico al completo, arricchito quest’anno dalla professionalità di Daniela Tocco e Paola Morelli. L’appello che mi sento di fare è che chiunque avesse voglia, curiosità e interesse di conoscere il Futsal può contattarci. Presto partiremo con delle sedute di allenamento per far conoscere a tutti i ragazzi che lo vorranno, quanto è bello questo sport.

 

Grazie a Vinicio Putzolu, presidente del C’è chi Ciak Calcio a 5 Serramanna.

L’a.s. Cristian Sanna       

Stampa

Un grosso colpo di mercato quello messo a segno dalla Società. A rinforzare la compagine allenata dal Mister Scalas, è arrivato il portiere Filippo Mulas. Classe 1986, altezza 178 Cm e talento da vendere. Nella passata stagione era in forza al Mediterranea calcio a 5 Cagliari, disputando un ottimo campionato con 11 presenze e solo 15 reti subite. In realtà si tratta di un gradito ritorno, è stato per 10 anni il nostro portierone, uno tra i più forti a livello regionale. E' arrivato al C'è Chi Ciak nella stagione 2006/2007, cartellino acquistato dalla Ferrini Cagliari grazie alla collaborazione del Presidente del Serramanna Calcio Enrico Maccioni. L'anno scorso ha difeso la porta del Mediterranea contribuendo in modo concreto alla promozione in serie B.
"Torno a Serramanna per continuare da dove avevo lasciato, per cause di forza maggiore, con la voglia di fare bene e lottare per la C1". Con queste parole Filippo dimostra di essere determinato e disposto a dare il massimo per la causa C'è Chi Ciak.
"Felicissimo del ritorno di Pippo. Ci siamo lasciati con qualche incomprensione ma ritrovarci faccia a faccia e stringerci la mano ha chiarito tutto". Grande soddisfazione nelle parole del Presidente Vinicio Putzolu che tiene a precisare che gli artefici di questo grande acquisto sono stati: il Direttore sportivo Peppe Putzolu e il Mister Michele Scalas.
L'entusiasmo in casa C'è Chi Ciak pare non mancare, dimostrazione che la Società sta pensando in grande per regalarci una squadra competitiva.
L'addetto stampa Cristian Sanna

Stampa

CAMPIONATO REGIONALE CALCIO A 5 SERIE C2 GIRONE C

4^GIORNATA   Parco Cross Serrenti – ASD C'è Chi Ciak    2 - 2

Marcatori CCC: Zucca e Simeoni

 

Il CCC si deve accontentare di un pareggio. Una gara difficile e un po’ sotto tono.

I commenti dei protagonisti:

Michele Scalas (allenatore). Un pareggio che sicuramente farà bene a tutti. Ci riporta con i piedi per terra. Dall’inizio del campionato vado ripetendo ai ragazzi che una squadra, che sulla carta viene definita “da battere”, deve giocare sino alla morte ogni gara. Anche le partite apparentemente semplici possono nascondere delle insidie. Il Parco Cross di Serrenti ha dimostrato essere una squadra tutta grinta e polmoni. Nel primo tempo ci ha letteralmente schiacciato nella nostra metà campo. Solo grazie alle parate del nostro super Pippo Mulas, si è evitato di soccombere pesantemente. Il secondo tempo un po’ meglio, ma per una squadra che ha come obiettivo vincere il campionato, è impensabile giocare a corrente alternata. E’ mancata quella cattiveria agonistica che permette di sopperire a carenze di organico e scarsa vena di alcuni. La colpa è principalmente mia. Non sono riuscito a trasmettere ad alcuni l’atteggiamento mentale e fisico per affrontare una gara di questo genere. Ritengo utile questo pareggio in quanto ci da modo di riflettere sui nostri limiti e sulle nostre carenze e ci indica la giusta via da seguire per ottenere dei buoni risultati. E’ stato un bel bagno di umiltà per tutti.

 

Filippo Mulas (portiere). Credo che il pareggio sia il risultato più giusto, viste le occasioni che si cono state per entrambe le squadre. Gara affrontata con alcuni infortunati, me compreso. Peccato per un primo tempo sotto tono, senza nulla togliere agli avversari. Ci hanno messo in difficoltà per tutta la partita, con un pressing alto, mettendo intensità alla manovra. Dobbiamo ripartire dalla reazione del secondo tempo, lavorando intensamente durante la settimana in modo da colmare le lacune. Bisogna migliorare sia come singoli che come gruppo, perché in questo campionato nessuna partita sarà facile.

 

Mauro Scalas (vicepresidente). In fin dei conti, credo che per noi il pareggio, sia stato addirittura un risultato generoso. Abbiamo avuto parecchie occasioni, ma loro hanno imposto un ritmo alto e aggressivo, mettendoci subito in difficoltà. L’assenza per infortunio di Christian Vacca e le precarie condizioni fisiche di alcuni giocatori che sono scesi in campo, sono probabilmente la causa di una prestazione poco brillante. Per crescere servono anche queste giornate NO. Sono sicuro che già dalla prossima settimana riprenderemo il nostro cammino. Approfitto per fare i miei complimenti alla compagine Serrentese. Una buona squadra che saprà dire la sua in questo campionato.

 

Roberto Zuddas (centrale). Premetto che non ho giocato, quindi posso parlare di quello che ho visto dalla panchina. E’ stata una partita molto dura. I nostri avversari, con tanta grinta,  hanno imposto da subito, dei ritmi molto alti, facendo la partita della vita. Ci hanno messo sotto pressione per tutto il primo tempo e solo nella metà del secondo abbiamo alzato la testa e portato fuori il carattere. Sul finire abbiamo avuto anche l’occasione di passare in vantaggio. A parer mio il pareggio è il risultato più giusto.

 

Nicolò Lasio (centrale difensivo). E’ stata una partita complicata. Abbiamo iniziato a creare gioco solo nel secondo tempo. A noi è mancata la cattiveria agonistica degli avversari. La loro grinta e determinazione ha prevalso per tutta la gara.

 

Giuseppe Putzolu (direttore sportivo). Primo tempo da dimenticare. Se loro avessero fatto cinque o sei gol non avremmo avuto nulla da recriminare. Un CCC sotto tono e privo di iniziative. Nel secondo tempo ci siamo un po’ ripresi ma sostanzialmente abbiamo rubato un punto.

 

Vinicio Putzolu (presidente). Considerando la situazione di emergenza (l’infortunio di Vacca, gli acciacchi di Zucca, Simeoni e Mulas e il rientro di Gesmino dopo l’infortunio), abbiamo ottenuto il massimo da questa gara. Complimenti al Serrenti per aver disputato un ottima gara.

 

Grazie a tutti per aver partecipato a questa chiacchierata. Non sarà certamente un pareggio a smorzare il nostro entusiasmo.  Forza CCC.

L’a.s. Cristian Sanna       

Stampa

D: Mister Scalas, finalmente l'attesa è finita. Venerdì inizia il campionato di C2 e si parte subito col botto. L'Atletico Sestu non è sicuramente un avversario da sottovalutare.

R: Sarebbe un grosso errore prendere sotto gamba gli avversari, anche perché son dell'avviso che non esistono squadre forti e squadre deboli ma bensì esistono squadre composte da giocatori più o meno motivati. A questi livelli la differenza la fa la motivazione. Se credi in quello che fai e ti applichi con passione e serietà non esistono sogni irrealizzabili.

D: Quest'anno la società ha fatto grandi colpi di mercato. Cosa pensi dei nuovi arrivati e soprattutto, hai avuto modo di rodare al meglio gli schemi?
R: La società ha operato molto bene sul mercato portando a Serramanna degli elementi che oltre a essere bravi giocatori, sono ragazzi seri e volonterosi. In queste settimane si è lavorato soprattutto per favorire l'amalgama del gruppo, cercando di far integrare i nuovi arrivati con i veterani e far capire loro l'importanza di fare parte della famiglia C'è Chi Ciak. Per quanto riguarda gli schemi si è lavorato sodo ma c'è ancora tanto da fare. Siamo consapevoli che per crescere ci vuole pazienza e la voglia di mettersi in gioco da parte di tutti. Nessuno escluso.

D: Il nostro girone sembra molto equilibrato. Cosa ne pensi?
R: E' un girone tutto da scoprire. Così a sensazione sembrerebbe un campionato molto equilibrato anche se, secondo me l' FM Cagliari e il Futsal Gema hanno qualcosina in più. Sono due squadre che potrebbero tranquillamente fare bene anche in C1.

D: Ti aspetti qualche rinforzo o sei già soddisfatto della rosa che hai a disposizione?
R: Credo che la società si stia già muovendo per completare la rosa a mia disposizione. Attualmente contiamo 14 elementi di cui uno riprenderà attivamente a fine anno e l'altro, a causa di impegni di lavoro è poco costante negli allenamenti. Per un allenatore che è agli inizi come lo sono io, verrebbe spontaneo lamentarsi e chiedere nuovi acquisti. Io ho preso coscienza della rosa e sono convinto che sia composta dai migliori giocatori che potessi avere. E' chiaro che, se a Dicembre il d.s. Putzolu dovesse farmi un regalino... non potrei fare altro che ringraziarlo.



D: Qual è il primo obiettivo da raggiungere?
R: Il primo obiettivo direi che è stato già raggiunto. Mi riferisco al fatto che a soli due mesi da una possibile scomparsa, si è passati a iscrivere la squadra e a costruire un organico che sicuramente dirà la sua in un torneo duro e agguerrito. Le basi sono state gettate, ora spetta a noi tutti impegnarci e lavorare quotidianamente per migliorarci al fine di costruire e realizzare un gran bel sogno che sarebbe quello di riprenderci la categoria che ci compete. La serie C1!!!

D: Vuoi ringraziare qualcuno?
R: Ringrazio tutti perché in questo mese di preparazione non è mancato l'impegno da parte di nessuno, a partire dal mio vice Tonio Pilloni e i giocatori, passando per lo staff tecnico sino ad arrivare ai collaboratori societari. Sicuramente una menzione particolare va a Daniela Tocco e Paola Morelli per la loro assoluta professionalità nel settore. Ci stanno dando una grossa mano nella crescita atletica e psicologica. Venerdì vorrei tanto ottenere una bella vittoria da dedicare ai nostri tifosi speciali: Michi e Raffa.

Grazie a Michele Scalas. Buon lavoro mister e... FORZA CCC
L'a.s. Cristian Sanna.

Stampa

La società comunica che Cristian Sanna è il nuovo addetto stampa.

Un altro Serramannese Doc entra a far parte della nostra famiglia, Cristian si è messo a disposizione per raccontare la nostra attività dentro e fuori dal campo di gioco .

Benvenuto tra noi e buon lavoro Cristian.

Stampa

05.11.2016  CAMPIONATO REGIONALE CALCIO A 5 SERIE C2 GIRONE C

3^GIORNATA      C'è Chi Ciak - Asd Gli amici di Marco   6 - 4

E' stata una partita difficile quella giocata ieri contro l'Asd Gli amici di Marco. Una squadra compatta, ben posizionata in campo, aggressiva e determinata. Nei primi dieci minuti ci hanno seriamente messo in difficoltà, costringendoci nella nostra metà campo. Il gol di Alessandro Gai ha schiarito le idee a un CCC in affanno. E' stato sottovalutato l'avversario? 

Non credo. Il mister Scalas in settimana ha impostato l’allenamento con la consapevolezza di dover affrontare una squadra quadrata. Sottovalutarli sarebbe stato un grave errore. Siamo stati bravi a gestire il controllo palla e dopo il gol di Gai ci siamo ripresi e abbiamo iniziato a far delle buone giocate. Vincere era il nostro obiettivo. Ci siamo riusciti, anche se c’è ancora tanto da lavorare e migliorare.

Ho visto un Corrado Simeoni non al top. Due reti per un bomber del suo calibro sono pochini e la squadra ne ha sicuramente risentito. Alcune distrazioni in difesa ci hanno creato un po’ di apprensione.

Corrado è un giocatore di grandissimo spessore. Ieri un fastidio muscolare ha fatto si che la sua prestazione ne risentisse un po’. Anche l’infortunio di Christian Vacca, che per noi è indispensabile, ha creato qualche apprensione in fase difensiva. Sono stati molto bravi coloro che lo hanno sostituito, dando un importante contributo alla squadra. Stiamo lavorando solo per migliorare la fase difensiva e sono sicuro che a breve il mister sarà ripagato del grande lavoro svolto.  

A breve dovrebbe rientrare Mario Gesmino, rimasto fuori fino ad ora a causa di un leggero infortunio. Pensi che il CCC abbia bisogno di ulteriori rinforzi?

Il rientro di Mario sarà importante, considerato che è molto bravo a ricoprire più ruoli. Attualmente abbiamo una rosa ristretta e per questo motivo stiamo lavorando anche sul fronte mercato. Credo che a dicembre ci saranno delle sorprese.

Le prossime due gare saranno in trasferta. Gli avversari che incontreremo saranno belli tosti. Cosa chiedi alla squadra?

Ogni partita fa storia a sé. In settimana si lavorerà con intensità, impegno e voglia di vincere. Quello che chiedo ai ragazzi è di continuare così, cercando di dare sempre il massimo per centrare il nostro obiettivo, ossia quello di riprenderci la C1. Ci aspettano due trasferte insidiose. Cercheremo di farci trovare pronti.  

Hai visto nascere il C è Chi Ciak. Lo hai accompagnato nella sua crescita. Hai assistito a momenti di gloria e purtroppo non sono mancati i periodi bui. Ora ricopri un ruolo molto importante e di grande responsabilità. Vederti sugli spalti soffrire e gioire come se ogni volta si trattasse di una finale di Champions League la dice lunga su quanto tieni a questo progetto. Cosa è per te il C’è chi Ciak?

Se mi fermo a pensare ricordo il giorno in cui, con Luca Mannias e Alessandro Piu, ci siamo messi in testa di creare questa bella realtà. Da quel giorno sono passati tanti anni e, come hai detto tu,  ne sono successe tante. Gioie, vittorie, sconfitte e purtroppo anche storie dolorose, come la scomparsa di Raffa e Michy. Due grandi Amici, Uomini, Fratelli che hanno reso grande la nostra bella famiglia. Stento ancora a credere che tutto questo sia successo davvero. Ogni volta che metto piede in palestra è come se loro ci fossero ancora. Nell’aria respiro la loro voglia di fare, la loro allegria e la loro totale disponibilità per far crescere il CCC. Per due anni ho avuto bisogno di staccare la spina, senza però abbandonare del tutto. Oggi sono nuovamente in prima fila, fiero di avere sposato questo nuovo progetto che, senza l’impegno e la caparbietà del presidente Vinicio Putzolu, non avrebbe mai preso il via. Il mio ruolo è importante, ma credo che tutti noi: Mauro, Tonio, Tore, Fabrizio, siamo determinati ad andare avanti e far si che la nostra casa sia sempre più grande e possa accogliere più persone possibile. Ho dato tanto per questa maglia e per la società, ma siamo solo all’inizio, perché il bello deve ancora arrivare.

Il CCC merita una struttura sportiva all’altezza della situazione, dove poter svolgere l’attività e accogliere dignitosamente il numeroso pubblico che ci sostiene. Abbiamo un nuovo palazzetto dello sport molto bello e funzionale, ma è, come direbbe Brumotti, fermo con le quattro frecce. Riusciremo un giorno a vincere questa sfida?

L’amministrazione comunale ci ha promesso che, a breve, il nuovo palazzetto sarà inaugurato e la palestra di via Svezia verrà sistemata. Se ciò dovesse accadere il nostro settore giovanile potrà riprendere al cento per cento.

Vuoi ringraziare qualcuno?

Ringrazio tutti coloro che hanno fatto nascere questa splendida realtà sportiva di Serramanna: Luca, Ale, Michy, Maurizio, Vinicio e tutti i giocatori che hanno indossato questa maglia. Ringrazio anche il numeroso pubblico che ci segue e ci sostiene.

La mia speranza è che sempre più persone scoprano questo meraviglioso sport, soprattutto i bambini in quanto sono loro il futuro del C’è chi Ciak.

Grazie a Giuseppe Putzolu, direttore sportivo del C’è chi Ciak Calcio a 5 Serramanna.

L’a.s. Cristian Sanna       

Stampa

LA RINASCITA DEL C’E’ CHI CIAK

Passione e attaccamento alla maglia, queste saranno le parole chiave della stagione 2016/2017. E pensare che a luglio tutto sembrava compromesso. Il futuro del C’è chi Ciak calcio a 5 di Serramanna era assai incerto. Come l’araba fenice che risorge dalle proprie ceneri, il CCC è risorto più forte e determinato che mai. La società ha lavorato alacremente e ha portato a termine una campagna acquisti di alto livello, puntando su atleti motivati che credono fermamente nel progetto messo in atto dal presidente Vinicio Putzolu e da tutto il Direttivo. Hanno sicuramente dimostrato di credere nel progetto i cinque confermati, che anche quest’anno hanno scelto di indossare la maglia del CCC e di mettersi a completa disposizione dei nuovi arrivati. Stiamo parlando di: Francesco Campus (laterale), Simone Soddu (pivot), Nicholas Pilloni (universale), Alessandro Gai (centrale), Nicolò Lasio (centrale difensivo) . A questi ragazzi va sicuramente un ringraziamento speciale da parte di tutto lo Staff. Potevano scegliere di approdare in porti più sicuri, ma hanno deciso di non abbandonare la nave e di condurla alla conquista di importanti traguardi. Una campagna acquisti, come ho già detto, di altissimo livello. Si tratta dei migliori Futsal Player in circolazione. Stiamo parlando di: Filippo Mulas (portiere), proviene dalla Mediterranea C5. In realtà Filippo è una vecchia conoscenza, infatti è stato per dieci anni il portiere del CCC. Senza dubbio uno tra i più forti a livello regionale.         Andrea Zucca (pivot), ha giocato le ultime sei partite della scorsa stagione al CCC, dopo quasi due anni di inattività. Anche il suo è dunque un gradito ritorno, avendo giocato con noi nella stagione 2010/2011. In seguito ha avuto tante ed importanti esperienze con squadre blasonate giocando in campionati nazionali.                                                                     Corrado Simeoni (pivot), proviene dalla ASD Delfino, dove ha giocato negli ultimi due anni. Una vera macchina da goal.       Christian Vacca (centrale), proviene dalla ASD Delfino. Ha disputato diversi campionati tra serie B e C1. Giocatore dalle spiccate capacità difensive, di marcatura e di senso della posizione.

A rinforzare la compagine serramannese arrivano anche: Marc Jorasch (portiere), Raffaele Porcu (portiere), Fabio Murtinu (laterale), Roberto Zuddas (centrale) e Antonio Barracca (pivot). Tutti provenienti dall’Under 21 del CCC. Farà parte del gruppo anche Samuele Secci (laterale), proveniente dalla Gialeto Calcio Serramanna.

La preparazione atletica verrà affidata a Daniela Tocco e Paola Morelli. Il coach Daniela si presenta con un curriculum davvero prestigioso: Diploma di Laurea presso ISEF, istruttore allenatore fitness/aerobica step, istruttore federale FIPAV primo livello, istruttore federale giovanile FGC, attività motoria avviamento al nuoto per bambini non vedenti e ipovedenti, Master in psicologia dello sport, personal e mental trainer, allenatore FIDAL con convocazione in nazionale e docente presso il Ministero della pubblica istruzione. Ha giocato a calcio e a calcio a cinque nel Villasor dove ha anche allenato. Nell’atletica leggera ha allenato atleti che hanno conquistato titoli regionali e nazionali. Altrettanto prestigioso il curriculum di Paola: Master in psicologia dello sport, istruttore federale FIDAL, corso di laurea in metodi e tecniche delle interazioni educative. Attualmente laureanda in management dello sport e delle attività motorie. Insomma due coach da fare invidia a Coverciano.

Massimiliano Marongiu si occuperà della preparazione dei portieri. Attualmente gioca a San Sperate e quella che sta per iniziare è la sua ventesima stagione di calcio a cinque. La sua carriera inizia a Villasor poi è arrivata la chiamata del Capoterra in serie B nazionale. C’è stata anche la bellissima esperienza di giocare in A2 con il Domus De Maria. Una stagione al Maracalagonis e due di nuovo a Villasor, prima di tornare al Capoterra. Nel San Sperate ha ricoperto il doppio ruolo di giocatore e preparatore dei portieri.

Grande entusiasmo anche da parte del Mister Michele Scalas: “Sono pienamente soddisfatto di come la società ha operato sul mercato. Abbiamo preso giocatori di alto livello tecnico che assieme ai ragazzi della passata stagione andranno a creare il giusto mix tra giovani e meno giovani. Abbiamo molte aspettative da questa stagione e siamo certi che lavorando con passione, impegno, umiltà ed entusiasmo ci siano tutti i presupposti per poter fare bene. Probabilmente le sorprese non sono finite e sono certo che la società nella persona di Giuseppe Putzolu (Direttore sportivo), farà di tutto per esaudire un mio grande desiderio e portare a Serramanna un importante rinforzo che  ci aiuterà a fare un ulteriore salto di qualità.”

Siamo consapevoli che anche questa sarà una stagione difficile. Ci sarà da lottare dal primo all’ultimo minuto per raggiungere l’obiettivo prefissato, ossia quello di tornare al più presto in C1. Questo campionato sarà dedicato a due angeli, che da lassù faranno, senza alcun dubbio, il tifo per noi. Due campioni che continueranno a darci consigli e infonderci coraggio. Due guerrieri che hanno saputo affrontare delle sfide troppo grandi per loro e a testa alta hanno dovuto accettare l’amara sconfitta, insegnando a tutti noi che le battaglie non si perdono, si vincono sempre.  Raffa e Michi sempre con noi.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                    Cristian Sanna                                                                                        

 

Stampa

Nuovo direttivo in casa C'è chi Ciak, a seguito, purtroppo, del decesso del  compianto Michele Sanna e delle dimissioni di Luca Mannias e Alessandro Piu per via di impegni lavorativi, nell' assemblea riunitasi il 14 luglio viene eletto il nuovo direttivo cosi composto:

Presidente: Putzolu Vinicio

Vice Presidente: Scalas Mauro

Segretario: Schirru Luca

Cassiere: Putzolu Giuseppe

Consigliere : Schirru Fabrizio

Consigliere : Pilloni Antonello

Consigliere : Scalas Michele

Dopo 12 anni prendono dunque una pausa a causa di impegni lavorativi, non avendo più il tempo necessario da dedicare all'associazione, due soci fondatori del CCC, Luca Presidente Storico e compagno di mille avventure divertenti in giro per la Sardegna al seguito delle squadre, Alessandro competente e apprezzato Direttore sportivo per tanti anni, nel ringraziare entrambi per quanto dato alla causa C'è chi Ciak auspichiamo che in futuro ci si possa incontrare nuovamente.

Inutile negare che la più dolorosa delle perdite, non c'è ne vogliano Ale e Luca, è quella del carissimo Michele Sanna, arrivato in società nel 2014 da subito ha trasmesso a tutto l'ambiente la sua energia positiva, riuscendo in un mese ad organizzare dal nulla una squadra per partecipare al campionato Juniores, apprezzato Allenatore, Prezioso consigliere, Amico vero per tutti noi, Ci manchi, Ci mancherai Miky, la nostra promessa e che faremo di tutto per continuare l'attività cosi come Tu ci tenevi tanto, salutaci Raffa.

Intanto se pur in forte ritardo a causa delle incertezze sull'impianto dove svolgere l'attività, la nuova Dirigenza si muove per allestire la squadra che disputerà il prossimo campionato di C2, confermato lo staff  con Michele Scalas e Tonio Pilloni alla guida tecnica, in attesa di essere completato, lo staff si arricchisce del graditissimo ritorno in società come Direttore Sportivo di Peppe Putzolu, fondatore, Capitano storico, Mister, sua la guida tecnica dell'ultima Promozione in C1 nel 2014, si è messo a disposizione in un difficile momento per la società.

Infine un Ringraziamento particolare va a Luca Schirru resosi disponibile non solo per completare il nuovo direttivo ma anche per seguire la parte burocratica di tutta l'operazione rinnovo.

A tutti auguriamo un buon lavoro

Stampa

29-10-2016
2^ Giornata
CAMPIONATO REGIONALE CALCIO A5 GIRONE C
ASD Nuradha - C'e Chi Ciak 3 - 8

Nonostante un ritmo non elevato, il CCC ha messo subito le cose in chiaro, dimostrando di poter gestire l'avversario senza patemi d'animo. Partono decisi i serramannesi e al 2°minuto arriva il primo gol di Corrado Simeoni che ha intercettato un tiro da fuori di Christian Vacca. Al 5°minuto con un sinistro a giro all'incrocio il raddoppio di Simeoni che si ripete dopo soli due minuti su schema d'angolo. 3 a 0 per il CCC dopo 5 minuti di gioco. Il Nuradha è alle corde, non riesce a organizzarsi e subisce altre tre reti. Si tratta del quarto e quinto gol di Simeoni. Il primo nato da un classico uno due con Alessandro Gai, il secondo viziato da uno splendido scambio con Nicholas Pilloni. A segno anche il capitano Andrea Zucca con un micidiale tiro da fuori. Sul finire del primo tempo, complice una distrazione difensiva, arriva il gol della squadra di Nurallao. Un primo tempo piuttosto positivo e gara praticamente chiusa nei primi venti minuti. Un CCC letteralmente trascinato da un super Simeoni. Nell'intervallo mister Scalas ha chiesto ai suoi ragazzi di alzare un po' il ritmo e fare una circolazione veloce della palla badando soprattutto a non prendere gol evitando le sbavature difensive. Così però non è stato. Giocare con una neopromossa non è mai facile. Il campo di gioco particolarmente scivoloso ha condizionato il ritmo della gara che nel secondo tempo è calato vistosamente. Al 5°minuto un tiro centrale di Vacca sorprende il portiere dei padroni di casa e porta il risultato di 7 a 1 per il CCC. All'11°minuto un Simeoni non ancora sazio sfrutta uno scambio veloce con Pilloni e porta a sei il suo bottino personale di gol. Sul risultato di 1 a 8, viene fuori l'orgoglio del Nuradha che approfittando di alcune distrazioni difensive di un CCC ormai pago, accorcia le distanze con due reti. La sfida si chiude con il risultato di 3 - 8 per il CCC. Da segnalare l'esordio in questo campionato di Mark Jorasch, Roberto Zuddas e Nicolò Lasio.
Complimenti ragazzi. FORZA CCC
L'as Cristian Sanna

Prossimi incontri

Ultime Partite

18-03-2017 18:00
C'è Chi Ciak 7 : 2 Sibiola Serdiana
10-03-2017 21:30
Selegas C5 9 : 6 C'è Chi Ciak
04-03-2017 18:00
C'è Chi Ciak 2 : 1 Futsal Gemma
25-02-2017 15:00
FF Cagliari 5 : 3 C'è Chi Ciak
24-02-2017 00:00
C'è Chi Ciak 7 : 1 Maroso Gonnosnò