IL DG MANCOSU A 360 GRADI

Una chiacchierata con il DG Mancosu sulla nuova stagione alle porte e sulla sua esperienza al CCC.

Non tutte le società possono vantare di avere un ex Cagliari Calcio in società, hai portato qualcosa di quella esperienza al CCC Serramanna?

“Ho avuto la fortuna e l’onore di lavorare per tredici anni nel Cagliari Calcio in serie A, questo mi ha dato la possibilità di conoscere moltissime persone e di capire come è strutturata una società ai massimi livelli italiani.
Ho cercato di portare questa mia esperienza al CCC e con l’aiuto del Presidente e dei dirigenti, che tutt’ora ci sono, abbiamo creato una società a struttura piramidale e con un organigramma ben stabilito.
Incarichi e compiti precisi e definiti, dal Presidente a scendere, ognuno di noi sa quale è il suo incarico e sa come svolgerlo al meglio.”

Per il terzo anno siete stati inseriti nel girone lombardo/piemontese, si aspetta un campionato equilibrato come lo scorso?

“Credo che quest’anno si possa definire come “anno zero” per la ripartenza in serie B nel girone lombardo/ piemontese; inoltre “anno zero” perché con la nuova riforma sono cambiate un bel po’ di cose.
Con orgoglio voglio sottolineare che siamo tra le poche società ad avere un bilancio positivo.”

Con quali certezze ripartire la società per la stagione che sta per iniziare?

“Quest’anno con lo sforzo di tutti, e principalmente dei responsabili del settore giovanile, riusciamo a formare tutte le categorie dall’Under 19 a scendere, gran bel traguardo!
Siamo riusciti, con grandi sforzi, a confermare l’organico della stagione passata per il 95%, abbiamo confermato il Mister e siamo riusciti ad integrare 5/6 elementi di grande valore per essere ancora più competitivi.
Bisogna ripartire da qui.”

Quali progetti avete per il futuro?

“I progetti per il futuro sono parecchi, anche perché siamo una società che programma a lungo termine:
Innanzitutto avere una nostra casa (palazzetto) dove poter giocare ed avere le certificazioni sino alla A.
Giocare il campionato di quest’anno improntandolo sulla salvezza, sperando arrivi il prima possibile per poi cercare di giocarci i playoff.
Cosa non secondaria: investire come stiamo facendo nel settore giovanile ed essere presenti, ma su questo ci stiamo lavorando nei nostri social per far capire a tutti chi siamo e per creare appetibilità a nuovi e vecchi sponsor che, per fortuna, ci danno ogni anno una grandissima mano.
Colgo l’occasione infatti, per ringraziarli personalmente di cuore.”